Con il mal di schiena fa bene camminare o è meglio evitare?

Ce lo sentiamo dire spesso e sembra quasi che si tratti della risoluzione a tantissimi problemi fisici: bisogna camminare. Lo dicono i medici, lo leggiamo sulle riviste di salute, ce lo consigliano le mamme, le amiche, i vicini. Insomma, sembra quasi che camminare sia la formula magica non solo per rimanere in forma ma anche per evitare possibili malanni e ridurne le complicazioni di altri.

Ma sarà proprio vero che camminare ha solo benefici? E quando si ha mal di schiena è comunque consigliabile questo tipo di attività? Per rispondere a questi quesiti partiamo dai presupposti originali.

camminare nel bosco

Camminare: il gesto più naturale che ci sia

La camminata è la forma più naturale e basilare di attività fisica che il nostro corpo esegue da quando iniziamo a muovere i primi passi, senza farsi troppe domande e senza specifiche motivazioni mediche. Infatti, uno dei grandi difetti dell’epoca moderna, che porta a una nociva eccessiva sedentarietà, è che troppo spesso evitiamo di camminare e privilegiamo mezzi meccanici per effettuare gli spostamenti: macchine, monopattini, ascensori, pedane mobili e così via.

Al contrario il nostro corpo ha invece bisogno di muoversi per mettere in moto la circolazione, per ridurre l’accumulo di grassi, per ossigenare il cervello e i polmoni, per allontanare le patologie che possono arrivare con l’inizio dell’invecchiamento e in ogni caso per tenere arti e muscoli allenati e in movimento.

Camminare è consigliato per chi ha mal di schiena?

In presenza di mal di schiena, spesso si rinuncia a camminare in quanto si ha la paura di poter aggravare la propria situazione, ma non sempre questa è la scelta giusta per il proprio benessere.

Ci sono casi in cui camminare è addirittura molto benefico per la propria schiena dolorante, in quanto il movimento del bacino e delle spalle che si esegue durante la camminata blanda contribuisce a ridistribuire il proprio peso corporeo in modo uniforme ed omogeneo sulla colonna vertebrale e questo lascia meno sovraccariche le zone che invece in una situazione statica sarebbero troppo caricate e appesantite.

Inoltre, facendo lavorare i muscoli posturali che sostengono la nostra colonna vertebrale non si fa altro che irrobustirli, rinforzando di conseguenza anche tutta la parte lombo sacrale del nostro fisico. Chi per colpa del mal di schiena evita non solo di passeggiare ma anche di fare piccolissimi spostamenti potrebbe aggravare ancor di più la sua situazione, dato che a poco a poco tutte le proprie componenti strutturali potrebbero arrivare quasi ad atrofizzarsi, come purtroppo accade in chi è costretto per malattie gravi all’immobilità.

Camminare anche col mal di schiena sì, ma senza strafare

È ovvio che, come per tutte le attività fisiche che non vengono eseguite da professionisti a livello agonistico, anche quando si cammina bisogna avere buon senso, soprattutto se la nostra schiena presenta già qualche piccolo acciacco. Come dicevamo qualche riga fa, camminare può far molto bene anche a chi ha mal di schiena, ma l’importante è non eccedere e non chiedere troppo al proprio corpo. Ovviamente attenzione alla postura durante la camminata! Le regole sono più o meno le stesse che abbiamo visto per la postura durante la corsa, ovviamente con le dovute modifiche dovute all’andamento più controllato.

scarpe per camminare

Per poter capire quanto si può spingere sul proprio fisico mentre si cammina, se si soffre di mal di schiena, l’ideale è imparare ad ascoltare il proprio corpo. Per cui è fondamentale fermarsi quando i dolori diventano intensi, iniziare con delle brevi e tranquille passeggiate e non commettere “passi falsi”, pretendendo per esempio di camminare in montagna o su percorsi pesanti e su terreni disconnessi. E non dimenticatevi di comprare un bel paio di scarpe ergonomiche, perché il mal di schiena può venire anche se si cammina con vestiti sbagliati!

Solo quando il mal di schiena sarà quasi un ricordo lontano si potranno intraprendere attività più impegnative come ad esempio il fitwalking, molto indicato per aiutare la postura. Fino a quel giorno il consiglio per chi soffre spesso di mal di schiena è di limitarsi a fare delle serene camminate su percorsi semplici all’aria aperta.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO